Broker Consigliati

Come e Dove posso investire nel mercato Forex?

E' proprio per rispondere a tali domande che un gruppo di professionisti del settore ha voluto creare "Che Forex" - un sito che ha l'obiettivo di dare un po' di chiarezza ad un mercato che, ad oggi, e' ritenuto da molti l'alternativa giusta all'articolato mondo degli strumenti finanziari quotati nei mercati mobiliari internazionali.

Che Forex nasce quindi con lo scopo di facilitare, in modo semplice ed immediato e attraverso le nostre esperienze, la scelta della piattaforma di trading online piu' consona alle Vostre esigenze, per investire al meglio nel mercato Forex.

 figura 1

L’analisi periodica del titolo future della valuta , integra quell’attività necessaria



ad ogni trader che punta ad acquisire una visione delle tendenze presenti sul mercato forex.

Ciò avviene nella misura in cui il trading sui derivati abbia gradualmente raccolto fin dai primi anni ’70 gran parte delle preferenze da parte dei grandi operatori internazionali rispetto alle operazioni sui sottostanti.

 figura 2

Di conseguenza, la valutazione delle posizioni su base analitica


dei derivati restituisce una componente essenziale delle informazioni che,

in combinazione con le transazioni dell’ asimmetrico, del valore a rischio delle opzioni deducibile dalla misura e dall’entità dell’open-interest, e con il supporto dell’analisi tecnica tradizionale, permette di individuare un numero importante di inefficienze che oggigiorno guidano la speculazione finanziaria anche sull’OTC connesso alle monete.

Nelle grafiche sono confrontate due possibilità di rapportare vendite e acquisti degli investitori del simmetrico (future) legato alla moneta unica UE. La figura 1 esegue un rapporto semplice long/short sulle posizioni degli operatori trend following (c.d. non-commercial), mentre la figura 2 divide il quoziente del rapporto tra acquisti e vendite per la somma delle posizioni long e short alla data, e appartenenti ai trader-follower (modalità ponderata).

Si tratta di un esempio di come sia possibile approfondire e migliorare il monitoraggio degli investimenti alla base della formazione del sentiment, dove la modalità comparata al denaro effettivo, presente sul tavolo degli investimenti, affina la capacità del trading fondato sui numeri di percepire la direzionalità impressa al cambio dal titolo.

Tutti i trader possiedono valide cognizioni di politica economica. Di fatto le decisioni operative degli operatori professionisti si basano non soltanto su fattori finanziari della moneta, ma anche su aspetti di macroeconomia.

I fondamentali rispettivi dei sistemi economici di un rapporto valutario sono infatti influenti sulle oscillazioni del Foreign Excange Market, e le istituzioni

maggiori come le banche d’affari tendono a replicare attraverso gli asset ordinati a pronti, allo spot e sui titoli, l’andamento dell’economia reale.

Un buon investiore, intenzionato ad operare sul mercato delle valute deve, di conseguenza, essere in grado di interpretare la lettura degli indicatori cosiddetti fondamentali, e soprattutto di distinguere i dati e le indicazioni macro che producono un impatto superiore sulle attese e sulla direzione del cross negoziato.

Di seguito sono presentati gli indicatori economici più importanti:


Consumi e spese
Redditi delle famiglie
Bilancia Commerciale
Tasso di interesse
Tasso di disoccupazione 
Prodotto interno lordo
Produzione industriale
Ordini di beni durevoli
Vendite al dettaglio

Oltre a queste pubblicazioni è sempre necessario considerare le dichiarazioni periodiche dei governatori delle Banche Centrali, che riassumo lo stato e le prospettive delle economie di riferimento.


La volatilità statistica dei prezzi e delle quotazioni è una

misura del mercato decisiva, adatta a generare riferimenti


operativi e a rilasciare al trader segnali tecnici di entrata della posizione.

La valutazione dell’ambito di oscillazione delle quotazioni delle valute semplifica infatti l’individuazione delle opportunità di trading basate anche sull’inversione della direzione intrapresa dal mercato.

Allo scopo di aumentare le probabilità di succcesso della trade nello scalping e nello scambio a breve termine, alla mappatura della volatilità, che nella figura è ottenuta con il canale di deviazione standard dell’indicatore Envelopes, viene spesso aggiunto un indicatore di momentum, come il MACD , con una configurazione [3.10.1] c.d. 3/10, utilizzato dall’analista Linda Raschke, che esalta la linea Moving Averange Convergence Divergence dello strumento tecnico.

L’analisi del mercato mediante la partecipazione congiunta della misura della volatilità fissata dalle sessioni precedenti e dello scarto semplice (momentum) o esponenziale (macd) dei prezzi, testa la persistenza di una tendenza iniziale e sonda di fatto l’attendibilità di un’inversione.

Tornando alla figura, le bande fungono da supporto e da resistenza, quindi definiscono aree fortemente reattive, che il mercato stesso ha delimitato nel tempo.

Nel dettaglio, e nello spazio temporale definito dalle due linee verticali è rappresentata un’occasione di acquisto dopo il rimbalzo sulla banda inferiore supportiva disegnata dalla deviazione standard dell’Envelopes, sostenuta inoltre da una variazione positiva dell’oscillatore di momentum (MACD), successiva al ritracciamento.

Si tratta, in sintesi, di un esempio di segnale rialzista su rimbalzo/inversione, in cui gli enunciati che riflettono i principi relativi al momentum, alla differenza tra i prezzi e alla volatilità, possono fornire un timing migliore dell’operazione finanziaria rispetto ad una tecnica operativa che sfrutta un modello ristretto, indicatori incongruenti, obsoleti ovvero distonici con il trading attuale.


La quotidianità può essere vista come una serie di scelte, ed il trading, parimenti ad altri molteplici aspetti dell’esperienza umana, è essenzialmente scelta.

Il trading consiste nella scelta di eseguire un’operazione in acquisto o in vendita, di quanta percentuale del capitale investire, di quale cross/titolo negoziare, di quale piattaforma utilizzare, di quale metodo seguire, e nella scelta a monte e originaria, di fare o non fare trading.

Chi scrive, ha pubblicato diversi articoli su cheforex.com, con in mente il semplice e pratico obiettivo di aiutare il lettore a guadagnare mediante una progressione di argomentazioni ed indicazioni che hanno spaziato dall’analisi tecnica fondamentale a quella sulla volatilità e quantitativa dei titoli del cambio, perchè sono questi i riferimenti che nel 21° secolo muovono i prezzi dei mercati finanziari.

D’altro canto saper sviluppare un metodo ed un modello di studio è possibile grazie agli indirizzi internet dell’ ente governativo americano, CFTC , dove sono trattati la parte prevalente dei derivati legati ai cambi.

Una volta che si ha padronanza del concetto essenziale per cui sul forex si guadagna dai movimenti del titolo, e dall’ampiezza del mercato misurata dagli indicatori di volatilità, i più adatti a contrastare e a competere con la formattazione delle quotazioni attuata dall’ Algo Trading Istituzionale, in buona sostanza si è un individuo ben informato, adatto e capace della scelta definitiva di fare o non fare trading.

Infatti, la necessità, di una seria e profonda preparazione prima di investire somme maggiori nella finanza dei titoli e delle valute si lega al rischio di evitare la mortificazione del neo-investitore, che abbandona dopo una perdita scomposta generata per lo più dalla mancanza di consapovezza e di conoscenza delle effettive possibilità di rendimento connesse al trading professionistico.

Di conseguenza, al posto di mirabolanti pubblicità che si vedono sui media e sul forex, si sta invece tentando di invitare ad apprezzare e a godere delle giornate di studio, magari lunghe, cariche di difficoltà e senza profitti immediati, perchè saranno quelli i momenti più utili e preziosi che si ricorderanno una volta acquisità la professione di trader.

Brokers del mese


Iscriviti al feed
Le nostre guide
Scarica le nostre guide al forex e alle opzioni binarie gratuite in pdf, registrati alla newsletter e ricevi la guida in pochi minuti.